Esercizi di speranza

In questa sezione raccoglierò, come una sorta di diario, i pensieri (più o meno) quotidiani che condivido sui social come #esercizidisperanza. Questo perché, pur essendo delle note brevi ed estemporanee da prendere come tali, volevo ne restasse una traccia anche qui sul blog. L’idea di partenza era quella di fare un post ogni lunedì con tutti i pensieri della settimana precedente ma, dato che purtroppo non sempre riesco a postare ogni giorno, pubblicherò il post quando ne avrò accumulati sette. 

Ringrazio sempre Alessandro D’Avenia per l’idea, che ho preso da uno dei suoi letti da rifare, e per avermi suggerito la lettura delle Lettere a un giovane poeta di Rainer M. Rilke.

Imparo a sperare se ogni giorno scrivo una pagina.” 

taccuino

1 gennaio 2019-Pagine bianche

Un quadernetto di pagine bianche.
Pagine bianche da riempire “con ciò che ogni giorno non può e non deve essere dimenticato, perché ogni giorno contiene la quantità di realtà necessaria ad essere felici, ma troppo spesso non ce ne rendiamo conto.”
Pagine bianche che servano a raccogliere motivi per essere grati, memorie di incontri e attimi vissuti, visioni, intuizioni, moti dell’anima e piccole rivelazioni. E lampi di poesia.
Pagine bianche per “aver pazienza verso quanto, nel cuore, non è ancora risolto, e tentare di avere care le domande stesse come stanze serrate e libri scritti in una lingua molto straniera.”
Pagine bianche per vivere ora quelle domande per avvicinarsi così, “a poco a poco, senza avvertirlo, a vivere un giorno lontano la risposta.”
Perché “di questo si tratta: di vivere tutto”. E “se le pagine restano bianche, è la vita che lo resta…”

#lampidipoesia